Vista l'incapacità con cui alcuni elementi delle forze dell'ordine svolgono il loro lavoro, visto il rischio di non poter identificare i colpevoli di reati gravi contro il cittadino, vista la responsabilità delle forze dell'ordine di assicurare la sicurezza del cittadino che manifesta e che assiste, visto il rischio che alcuni elementi delle forze dell'ordine, infiltrandosi nei cortei possano manipolare il comportamento dello stesso, si chiede di presentare al parlamento, tramite l'HUB, la seguente

PROPOSTA

di applicare gli articoli 4 e 5 della proposta di legge al parlamento piu' volte effettuata (1 e 2) avente titolo

“Disposizioni in materia di identificazione degli appartenenti alle Forze dell’ordine”

Si propone inoltre di emendare l'articolo 5 comma 2 vietando, al personale delle forze dell'ordine, di operare non in uniforme.

ART. 4

(Utilizzo di caschi con sigla)

1. Il casco di protezione indossato dal personale delle Forze di polizia, secondo quanto determinato dai decreti di cui all’articolo 1, deve riportare sui due lati e sulla parte posteriore una sigla univoca che consenta l’identificazione dell’operatore che lo indossa.

1.bis
Tale codice identificativo sara' posto anche sulle divise in modo particolare sulla dorso, sul petto dell'operatore e sui cosciali del pantalone.
1.tris
Tale codice sara' modificato periodicamente per garantire che le forze di polizia non subiscano ritorsioni durante un'eventuale procedimento giudiziario.

2. L’amministrazione di appartenenza tiene un registro aggiornato degli agenti, funzionari, sottufficiali e ufficiali ai quali è stato assegnato il casco.
3. È fatto divieto di indossare caschi o altri mezzi di protezione del volto che non consentano l’identificazione dell’operatore o di indossare caschi assegnati ad altri.

ART. 5

(Ordine Pubblico)

1. È fatto divieto al personale in servizio di ordine pubblico di portare con sé strumenti, armi, indumenti e mezzi di protezione non previsti o autorizzati dai regolamenti di servizio, nonché di portare equipaggiamento di ordinanza modificato.
2. In occasione di manifestazioni di piazza o altre situazioni di intervento per ragioni di ordine pubblico, è fatto inoltre divieto al personale delle Forze di polizia, anche se autorizzato ad operare non in uniforme per ragioni di servizio, di portare indumenti o segni distintivi che lo possono qualificare come appartenente alla stampa o ai servizi di pubblico soccorso, quali medici, para-medici e vigili del fuoco.

Ai media e ai sindacati delle forze dell'ordine, che rispondono che si creerebbe una caccia alle streghe.
Rispondiamo che in altri paesi europei tale norma e' gia' applicata, senza problemi visto che e' responsabilità dell' "amministrazione di appartenenza" fornire il registro necessario per l'identificazione.

  1. http://storia.camera.it/documenti/progetti-legge/20060613-984-deiana-disposizioni-materia
  2. http://arianna.consiglioregionale.piemonte.it/ariaint/TESTO?LAYOUT=PRESENTAZIONE&TIPODOC=TESTOPDL&FASEITER=PRESENTAZIONE&PDL=8066
Questo documento è stato approvato democraticamente dall'Assemblea Permanente del Partito Pirata.